travel coaching per il viaggio di ritorno

Empowering restanza

Percorrere la strada del ritorno e superare l’inquietudine dell’andare via

Coaching trasformativo per chi viaggia torna e resta

Sei partito con Erasmus, ma poi sei rimasto a vivere all’estero, nella città dove dovevi fermarti solo per pochi mesi. E adesso? Ripartire e andar via o restare? Questo è il dilemma. Dentro di noi abita un Ulisse interiore, in perenne conflitto, che aspetta di essere interrogato. In fondo il viaggio fa parte della storia dell’umanità e migrare e ritornare sono solo modalità diverse del viaggiare.

Empowering restanza è un percorso di conoscenza di sé e della propria storia di viaggio con ritorno attraverso gli strumenti del coaching: powerful questions, journaling e scrittura, sessioni di ascolto attivo e feedback. Indagheremo aspetti della tua personal foundation, di ciò che ti ha spinto a viaggiare, poi faremo un piano di messa a terra per il tuo ritorno e ti darò degli strumenti pratici che ti serviranno per ricominciare nella terra dove sei nato e cresciuto.

[Di narrativa personale e di viaggio]

Chi decide di partire ha forse una storia più facile da raccontare. Si scrive del proprio andare via, dell’incontro con l’altrove, del cambiamento e della trasformazione del proprio sé grazie al viaggio. 

Se pensi che tornare o restare, specie nei piccoli paesi, sia legato ad una condizione di fallimento pigrizia o rinuncia, ti stai perdendo un pezzo importante della tua storia. Comprendere questo è la tua sfida ulissiaca. Tornare, ricominciando e facendo la differenza, è possibile.

[Sei pronto a intraprendere questo viaggio?]

Questo percorso sarà come fare un viaggio: partiremo da chi siamo e dalle nostre radici, dalle motivazioni che ci hanno spinto a partire e da quelle che ci spingono a tornare e a restare. Arriveremo a casa con una valigia piena di esperienze, di talenti e passioni da mettere al servizio dei territori in cui abbiamo deciso di fare ritorno. Ti consegnerò una cassetta degli attrezzi per ricominciare nei luoghi della tua “restanza”, senza provare la sensazione di fallimento, né il rimpianto di chi torna e vorrebbe non essere mai rientrato.

 

Questo percorso fa per te se:

  • vivi all’estero e non sai se tornare nei tuoi luoghi di origine perché pensi sia una forma di rinuncia o fallimento
  • vuoi tornare o restare perché vuoi scommettere sul territorio dove sei nato o cresciuto
  • hai paura di provare una sensazione di noia: paese o città piccola, vita piccola
  • ti rassegni al fatto che ci sia lavoro per te solo all’estero

Cosa ti porti a casa:

  • imparerai a scomporre la tua storia e a rimetterla insieme da una prospettiva nuova
  • allenerai indulgenza e gentilezza verso te stesso e il tuo vissuto
  • prenderai consapevolezza delle tue scelte di vita
  • avrai gli strumenti pratici per ridefinire il tuo cammino futuro e ricominciare nei luoghi della tua restanza
percorsi coaching valentina cassarà

[Perché proprio io]

Come recita il payoff dei Pan di stelle: “Segui i tuoi sogni, sempre!”

Sono Valentina Cassarà e sono una learning designer e project manager freelance. Sono nata a Palermo, ma sono cresciuta in un piccolo borgo di mare non distante dalla provincia di Trapani, in Sicilia. Dopo la laurea in Giurisprudenza e l’abilitazione alla professione forense, ho viaggiatato tanto e mi sono trasferita in altre regioni d’Italia e poi all’estero (a Barcellona, in Spagna, e a Berlino, in Germania).

La mia è una storia fatta di tante partenze, ma anche di tanti ritorni. Dopo la fine della pandemia ho deciso di tornare in Sicilia perché credo che siano i territori più svantaggiati, come il Sud d’Italia, ad avere più bisogno del mio lavoro e degli stimoli pratici e culturali che la progettazione europea può portare.

Collaboro con aziende, associazioni e altri enti nel settore della formazione e della creatività, nonché con vari operatori culturali con sede all’estero. Ho conseguito il master in coaching presso Accademia della Felicità e dal 2023 sono una coach e mentor di giovani e studenti.

[Empowering restanza è un percorso in 5 tappe. Cosa faremo insieme]

Il programma del percorso:

  • Prima tappa. Chi sono. Le mie radici.
  • Seconda tappa. Geografia delle emozioni: la nostalgia. 
  • Terza tappa. Il ritorno e la scelta di restanza. L’indulgenza con sé stessi.
  • Quarta tappa. Cosa porto con me nel viaggio di ritorno: talenti e passioni.
  • Quinta tappa. Strumenti e rimedi per riscrivere il proprio cammino: la cassetta degli attrezzi del ritornante. 

[Come funziona e quanto costa]

Empowering restanza è un percorso di coaching in 5 sessioni di circa 90 minuti ciascuna. In ogni sessione tratteremo un argomento specifico con l’aiuto di esercizi creativi di vario tipo, a cui affiancherò le mie competenze di coaching. Ti ascolterò e ti darò il mio feedback, rifletteremo insieme su ciò che emergerà di volta in volta. L’argomento serve da input, poi sarai tu a fare la differenza. Ogni percorso è unico perché la tua storia è unica. Ci vediamo in videochiamata, tramite Google Meet, ogni quindici giorni o più. Dopo ogni sessione ti invierò un piccolo workbook con degli esercizi semplici da fare tra un incontro e l’altro e alla fine ti assegnerò un progetto. Seguirà poi un follow-up dopo un paio di settimane per commentare insieme il progetto e il percorso.

Enmpowerig restanza costa 497 € e comprende:

  • una discovery call di circa mezz’ora
  • 5 sessioni di coaching a tema + un 1 incontro di follow-up per un totale di circa 7 ore e mezza di lavoro che faremo insieme, tra esercizi e feedback
  • l’invio di un workbook con esercizi mirati dopo ogni incontro.

Puoi pagare l’intera cifra tramite bonifico bancario all’inizio del percorso oppure in due rate (da versare rispettivamente prima del primo e del terzo incontro). Vuoi propormi una rateizzazione diversa? Parliamone. Compila il form che trovi in fondo alla pagina.

[Dubbi, domande, turbamenti?]

Devo possedere abilità specifiche per intraprendere questo percorso?

Tranquillo, per iniziare il percorso non servono abilità specifiche nè serve che tu abbia già dimestichezza con strumenti di coaching. Non è un corso, ma un percorso in cui potrò assegnarti esercizi, libri da leggere, attività da realizzare. Tutto dipende molto dalla singola persona.

Questo percorso può essere un’alternativa alla psicoterapia?

Nonostante i processi di consapevolezza siano terapeutici, questo percorso non può sostituire una psicoterapia. Se pensi di aver bisogno di un percorso di psicoterapia, rivolgiti a un professionista in questo campo e valuta con lui – o lei – se può esserti utile affiancare alla terapia un percorso come questo.

Cosa mi serve per affrontare al meglio questo percorso?

Ti servirà un quaderno da battaglia da dedicare in maniera esclusiva al percorso e agli esercizi. Inoltre, ti consiglio di procurarti matite e penne colorate, pennarelli e tutto ciò che ispirerà la tua creatività.

Conosciamoci!

Hai altre domande? Compila il form qui sotto e prenota una call conoscitiva gratuita